Cultura

COMPOSIZIONE GdL

REFERENTE
ALESSANDRA FERRARI (Consigliere)

CONSIGLIERI
SARA ZENTI

INCONTRI PROGRAMMATI
giorno di ritrovo: variabile in funzione dello stato di avanzamento lavori
sede: sede Ordine degli Architetti PPeC di Bergamo

ATTIVITÀ E PROGRAMMA

Il lavoro dell’architetto presuppone conoscenze tecniche ma al contempo ha un elevato ruolo culturale poiché influisce sullo spazio in cui viviamo, sulla vita di tutti. Crediamo nella cultura del progetto poiché ha una valenza civile e culturale. Il gruppo cultura si impegna da sempre nella realizzazione di approfondimenti legati all’architettura, sia relativa al territorio, che nazionale e internazionale.
Nel 2014 ha preso forma il progetto del censimento delle architetture mirato a realizzare itinerari architettonici da collegare alla piattaforma ArchiOAB. È stata portata per la prima volta in Italia la mostra ‘Italomodern’, allestita in contemporanea ad una retrospettiva dedicata all’arch. Giuseppe Gambirasio nei locali da lui progettati di Perofil.

PROGRAMMA DI LAVORO

L’impegno di quest’anno prevede:
– incontro di approfondimento con Francesco Venezia e il direttore di Domus Nicola Di Battista sul tema della riqualificazione dei centri urbani
incontro con Odile Decq in collaborazione col gruppo Archidonne
– organizzazione dell’evento “ExpoOAB”. L’evento coinvolgerà gran parte di Gruppi di Lavoro e si svolgerà in una serata di approfondimento sul tema della sostenibilità. Expo non è nata come una fiera di prodotti tipici, ma come occasione di riflessione sulla sostenibilità alimentare. Gli architetti rifletteranno sulla sostenibilità degli interventi sul territorio e sull’abitare in senso lato. Sono previsti contributi di: Giovanni la Varra, Tamassociati, La cecla, Patricia Urqiola
– organizzazione dell’evento “studi aperti” in collaborazione col Gruppo Internazionalizzazione. Gli studi professionali si aprono alla città, e il Gruppo Cultura offrirà il suo supporto per il coordinamento delle attività.

GRUPPO PARTECIPAZIONE

Quest’anno il Gruppo Cultura si è arricchito del Gruppo Partecipazione volto ad instaurare il dialogo con le realtà culturali della provincia e mirato al coinvolgimento di esse.

L’obbiettivo è quello di coinvolgere e sensibilizzare gli iscritti che risiedono in provincia nelle attività dell’Ordine, organizzando incontri preliminari per raccogliere le problematiche e calendarizzare incontri ed iniziative formative.

Gli obbiettivi del GdL Partecipazione sono:
1) Necessità di superare da parte degli architetti l’abitudine a lavorare individualmente, un’azione possibile solo attraverso strategie di coinvolgimento;
2) Accorciare le distanze tra l’Ordine e la provincia intesi come “territorio”; portare eventi anche al di fuori dell’ambito cittadino;
3) Incontri mirati a scambi d’idee tra l’Ordine ai vari gruppi già esistenti sul territorio,
4) Attuare un processo di comunicazione (che non è informazione), diretta e trasparente delle attività sviluppate e da perseguire, per permettere agli iscritti un diretto contributo alle stesse;
5) Sviluppare reti e partnership sul territorio con Enti e associazioni, capaci di permettere la partecipazione degli iscritti ad un ampio panorama aperto, capaci di creare reciproche ed utili relazioni tra Ordine, iscritti e territorio.

Come fare per raggiungere tali obbiettivi?
– Valorizzando i concetti proposti dall’OAB di collegialità e trasparenza per coinvolgere il maggior numero di iscritti nelle attività organizzative e decisionali;
– Sviluppare una presenza diffusa anche attraverso rappresentanze di zona sul territorio;
– Costruire accessibilità a servizi e informazioni per raccogliere la domanda e rispondere alle istanze degli iscritti, potenziando gli strumenti di comunicazione.