Archidonne

ATTIVITÀ E PROGRAMMA

Il progetto Archidonne nasce nel 2010 come presa di posizione attiva e propositiva per incidere nell’ambito professionale, lavorativo e sociale che vede le architette penalizzate.
Il quadro statistico, in termini di pari opportunità, è poco incoraggiante: in Italia solo tre architetti su dieci sono donne, a fronte di un numero di iscritte alle varie facoltà presenti sul territorio nazionale di oltre il 50% rispetto al totale degli iscritti. Inoltre, una ricerca del Cresme dedicata al “gender pay gap” testimonia la evidente disparità di reddito tra architetti uomini e donne; il divario è confermato dalla documentazione della Cassa di Previdenza di chi svolge la libera professione.

Le interruzioni nella carriera, le difficoltà che le donne architette incontrano nell’inserirsi nella professione, nel conciliare i tempi della famiglia con quelli di un lavoro autonomo sempre più competitivo, nel presiedere e partecipare ai momenti decisionali dei team progettuali ed amministrativi o nelle attività di direzione lavori inducono le Archidonne a costituire un “gruppo di lavoro” attivo e propositivo.
Obiettivo primario è catalizzare iniziative e buone pratiche e contribuire con proposte concrete, di vario genere, ad un cambiamento culturale che riconosca alla figura femminile e alla figura maschile l’accesso ai medesimi ruoli nella vita professionale e nella vita pubblica.
L’impegno delle Archidonne è, inoltre, quello di proporre chiavi di lettura nuove e differenti per rileggere con “altri sguardi” le trasformazioni della città e del paesaggio urbano, in un continuo e proficuo dialogo con la cittadinanza e le amministrazioni comunali.

ORIGINE E COMPOSIZIONE GdL 2010-2013

REFERENTE FONDATRICE
Francesca Perani

COORDINAMENTO
Sandra Marchesi

SEGRETARIO
Mariacristina Brembilla

COMPONENTI GRUPPO
Patrizia Berera, Cinzia Bigoni, Manuela Biffi, Elena Brazis, Chiara del Sant, Alberta Colombo, Marcella Datei, Margherita Epinati, Arianna Foresti, Silvia Guarnieri, Ivana Lacagnina, Maria Masseroli, Laura Milanese, Dorit Mitrahi, Alessandra Morri, Valentina Nani, Barbara Palazzi, Mariola Peretti, Marzia Pesenti, Silvia Pezzetti, Loredana Poli, Silvia Zaira Ranghetti, Anna Serafini, Elena Sparaco, Barbara Ventura, Silvia Vitali, Marina Zambianchi.

Il gruppo si costituisce, su iniziativa di Francesca Perani, Arianna Foresti e Sandra Marchesi, a seguito dell’invito rivolto alle architette iscritte all’Ordine di Bergamo a partecipare alla video-intervista “Sopravvivere al sistema”, e si propone come obiettivo primario la promozione della parità di genere con iniziative concrete volte ad un radicale cambiamento culturale ed al gender mainstreaming.

Tra le principali:
– L’esenzione dalla quota di iscrizione annuale per neo-padri e neo-madri
http://www.architetti.com/ordine-architetti-bergamo-esenzione-quota-di-iscrizione-allalbo-per-i-neo-genitori.html

ordine-architetti-bergamo-esenzione-quota-di-iscrizione-allalbo-per-i-neo-genitori

– La lettera ai neosindaci sulla pari rappresentatività di genere nelle commissioni comunali
Lettera ai neosindaci
Comunicato stampa

– L’evento Notte OAB dedicato alla Professione al Femminile (22.1.2011)
https://notteoab.wordpress.com/
Realizzazione del VIDEOREPORTAGE Sopravvivere al Sistema

notte-oab

– L’iniziativa “Architetti nelle Classi, lo sguardo sul paesaggio urbano”;
https://architettinelleclassi.wordpress.com/about/

– ll format “Altri sguardi” (Bergamo, Albino, Brescia, Idroscalo di Milano) ed il relativo video-documentario riassuntivo dal titolo “Condividere il territorio”

ARCHIDONNE 2012-2013
ARCHIDONNE 2011-2012
ARCHIDONNE 2010-2011


COMPOSIZIONE GdL 2014-2017

REFERENTE
Sandra Susana Marchesi (Consigliere)

COMPONENTI
Patrizia Berera, Cinzia Bigoni, Manuela Biffi, Elena Brazis, Mariacristina Brembilla, Alberta Colombo, Marcella Datei, Margherita Epinati, Arianna Foresti, Paola Ghidoni, Silvia Guarnieri, Francesca Guffanti, Ivana Lacagnina, Seeta Maggi, Laura Milanese, Alessandra Morri, Valentina Nani, Barbara Palazzi, Francesca Perani, Maria Claudia Peretti, Laura Sonzogni, Barbara Ventura, Silvia Vitali, Marina Zambianchi.

ARCHIDONNE 2014-2017

PARTECIPAZIONE AL CONVEGNO SMART CITIES GENERE E INCLUSIONE
Partecipazione del gruppo Archidonne al Convegno Smart City genere e inclusione nell’ambito della Smart City Exhibition – Bologna Fiere, Ottobre 2013 e contributo all’eBook Smart Cities Genere e Inclusione, pubblicato a ottobre 2014.
Visita il sito Women for Intelligent and Smart Territories.

LETTERA AI NEO SINDACI: PARITÀ DI GENERE NELLE COMMISSIONI TECNICHE
Anche nel 2014 il gruppo Archidonne ha inviato ai neo sindaci l’invito a costituire commissioni tecniche paritetiche per promuovere l’eliminazione delle differenze di rappresentanza di genere all’interno degli organi amministrativi e della vita sociale dei Comuni.
Il gruppo Archidonne ha invitato queste figure istituzionali ad attivare durante il loro mandato azioni mirate a facilitare la presenza femminile nella vita sociale e politica, promuovendo la conciliazione tra famiglia e lavoro.
Allegati:
lettera Neo Sindaci 2014 (link agli allegati)
manifesto conciliazione (link agli allegati)
legge provinciale n.5 del 8 marzo 2010 della Provincia autonoma di Bolzano sulla parificazione e sulla promozione delle donne e modifiche a disposizioni vigenti“, Bollettino Ufficiale della Regione n. 11 del 16 marzo 2010.) (lettera ai neoSindaci – allegato)

ESONERO DELLA QUOTA D’ISCRIZIONE PER NEOMADRI E NEOPADRI
Anche negli anni 2014-2017, come negli anni precedenti a partire dal 2012, il gruppo propone l’esonero “neo-genitori” (neo-padri/neo-madri), al pagamento della quota di iscrizione annuale per l’anno successivo alla nascita del figlio o all’arrivo del minore in adozione/affido. Tale delibera ha lo scopo di sostenere concretamente i colleghi e le colleghe in considerazione delle maggiori difficoltà di conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro nel particolare momento della nascita di un figlio o dell’accoglienza di un minore in affido/adozione di età inferiore ai sei anni. L’iniziativa intende promuovere la condivisione dei ruoli nelle cure parentali come dinamica che incentiva la conciliazione tempi di vita e di lavoro e il work-life balance.

PARTECIPAZIONE AL CONSIGLIO DELLE DONNE (2012-2016)
Partecipazione con una rappresentante (prima Loredana Poli, poi Silvia Vitali) al Consiglio delle Donne del Comune di Bergamo, collaborando e contribuendo a diverse iniziative, in particolar modo nella Commissione 6 – Politiche per l’Ambiente e nella Commissione 7 – Politiche per il territorio.

ARCHITETTI NELLE CLASSI
Nel 2014 il progetto Architetti nelle classi si coniuga con le attività di LABA, Libera Accademia Belle Arti di Brescia.
Nel 2016 il progetto riparte in collaborazione con l’iniziativa del Comune di Bergamo “A scuola di cittadinanza” con il contributo di 11 architetti e architette iscritti all’Ordine e la partecipazione di circa 600 bambini e bambine, di 27 classi di 14 scuole della città. Il progetto si è concluso, per quest’anno scolastico, con il Consiglio Comunale dei bambini e delle bambine e l’inaugurazione di una mostra di pannelli espositivi l’11 Aprile 2017. Gruppo di coordinamento: Patrizia Berera, Mariacristina Brembilla, Alberta Colombo e Sandra Marchesi.
Visita il sito: https://architettinelleclassi.wordpress.com

Partecipazione al Convegno organizzato da Anci Lombardia in collaborazione con il CNR “I comuni per i diritti dei bambini” con la proiezione del video “Condividere il territorio” in data 17.2.2016.

CARTA ETICA PER LE PARI OPPORTUNITA’ E L’UGUAGLIANZA NELLA PROFESSIONE DI ARCHITETTO
Presentazione al Consiglio della proposta di adesione alla Carta Etica per le Pari Opportunità e l’uguaglianza nella professione di architetto, predisposta dall’Associazione Donne Architetto di Firenze.