Archidonne

ATTIVITÀ E PROGRAMMA

Il progetto Archidonne nasce nel 2010 come presa di posizione attiva e propositiva per incidere nell’ambito professionale, lavorativo e sociale che vede le architette penalizzate.
Il quadro statistico, in termini di pari opportunità, è poco incoraggiante: in Italia solo tre architetti su dieci sono donne, a fronte di un numero di iscritte alle varie facoltà presenti sul territorio nazionale di oltre il 50% rispetto al totale degli iscritti. Inoltre, una ricerca del Cresme dedicata al “gender pay gap” testimonia la evidente disparità di reddito tra architetti uomini e donne; il divario è confermato dalla documentazione della Cassa di Previdenza di chi svolge la libera professione.

Le interruzioni nella carriera, le difficoltà che le donne architette incontrano nell’inserirsi nella professione, nel conciliare i tempi della famiglia con quelli di un lavoro autonomo sempre più competitivo, nel presiedere e partecipare ai momenti decisionali dei team progettuali ed amministrativi o nelle attività di direzione lavori inducono le Archidonne a costituire un “gruppo di lavoro” attivo e propositivo.
Obiettivo primario è catalizzare iniziative e buone pratiche e contribuire con proposte concrete, di vario genere, ad un cambiamento culturale che riconosca alla figura femminile e alla figura maschile l’accesso ai medesimi ruoli nella vita professionale e nella vita pubblica.
L’impegno delle Archidonne è, inoltre, quello di proporre chiavi di lettura nuove e differenti per rileggere con “altri sguardi” le trasformazioni della città e del paesaggio urbano, in un continuo e proficuo dialogo con la cittadinanza e le amministrazioni comunali.

ORIGINE E COMPOSIZIONE GdL 2010-2013

REFERENTE FONDATRICE
Francesca Perani

COORDINAMENTO
Sandra Marchesi

SEGRETARIO
Mariacristina Brembilla

COMPONENTI GRUPPO
Patrizia Berera, Cinzia Bigoni, Manuela Biffi, Elena Brazis, Chiara del Sant, Alberta Colombo, Marcella Datei, Margherita Epinati, Arianna Foresti, Silvia Guarnieri, Ivana Lacagnina, Maria Masseroli, Laura Milanese, Dorit Mitrahi, Alessandra Morri, Valentina Nani, Barbara Palazzi, Mariola Peretti, Marzia Pesenti, Silvia Pezzetti, Loredana Poli, Silvia Zaira Ranghetti, Anna Serafini, Elena Sparaco, Barbara Ventura, Silvia Vitali, Marina Zambianchi.

Il gruppo si costituisce, su iniziativa di Francesca Perani, Arianna Foresti e Sandra Marchesi, a seguito dell’invito rivolto alle architette iscritte all’Ordine di Bergamo a partecipare alla video-intervista “Sopravvivere al sistema”, e si propone come obiettivo primario la promozione della parità di genere con iniziative concrete volte ad un radicale cambiamento culturale ed al gender mainstreaming.

Tra le principali:
– L’esenzione dalla quota di iscrizione annuale per neo-padri e neo-madri
http://www.architetti.com/ordine-architetti-bergamo-esenzione-quota-di-iscrizione-allalbo-per-i-neo-genitori.html

ordine-architetti-bergamo-esenzione-quota-di-iscrizione-allalbo-per-i-neo-genitori

– La lettera ai neosindaci sulla pari rappresentatività di genere nelle commissioni comunali
Lettera ai neosindaci
Comunicato stampa

– L’evento Notte OAB dedicato alla Professione al Femminile (22.1.2011)
https://notteoab.wordpress.com/
Realizzazione del VIDEOREPORTAGE Sopravvivere al Sistema

notte-oab

– L’iniziativa “Architetti nelle Classi, lo sguardo sul paesaggio urbano”;
https://architettinelleclassi.wordpress.com/about/

– ll format “Altri sguardi” (Bergamo, Albino, Brescia, Idroscalo di Milano) ed il relativo video-documentario riassuntivo dal titolo “Condividere il territorio”

ARCHIDONNE 2012-2013

ARCHITETTI NELLE CLASSI

Prendendo riferimento dall’iniziativa LES ARCHITECTES AT LES PAYSAGISTES DANS LE CLASSES organizzato dall’Ordine degli Architetti di Parigi. Si propone di sensibilizzare gli allievi bergamaschi all’architettura, al paesaggio, alla città.

L’iniziativa è volta alla sensibilizzazione degli studenti di Bergamo e Provincia sui temi del paesaggio e della città ed al tempo stesso dà risalto al ruolo professionale ed alla valenza sociale dell’architetto come divulgatore di conoscenze e sensibilità specifiche della nostra professione e come interprete delle esigenze dei cittadini nell’ottica di una progettazione partecipata.

Progetto pilota: scuola Savio classi quarte elementari, Bergamo e successive esperienze presso LABA – Libera Accademia di Belle Arti A Brescia e CST – Centro Studi sul Territorio a Bergamo.

www.architettinelleclassi.wordpress.com

LO SGUARDO SUL PAESAGGIO URBANO

Partecipazione al bando di concorso spagnolo organizzato dall’Ordine degli Architetti di Barcellona. Festival internazionale di architettura: istallazioni, dibattiti e approfondimenti sulle trasformazioni delle città, in particolare in occasione di recupero e valorizzazione di spazi pubblici degradati con interventi che riguardano in particolare aspetti sociali.

www.eme3.org

ALTRI SGUARDI 2012 ALBINO

L’iniziativa comprende: Apertura a progetti pilota in provincia di Bergamo in particolare con il comune di Albino. Identificazione di aree soggette a riqualificazione da inserire all’interno dei programmi di lavori pubblici attraverso la proposta di bandi di concorso specifici in collaborazione con gli amministratori comunali.
L’iniziativa Altri sguardi sulla città, a cura del gruppo Archidonne dell’Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia di Bergamo, si pone l’intento di favorire, mediante un allestimento temporaneo, il ripensamento di luoghi ricchi di potenzialità, identificando all’interno di un contesto urbano consolidato “spazi di trasformazione partecipata”. Diversamente dall’edizione 2011 organizzata all’interno di un borgo storico centrale della città di Bergamo, la nuova edizione 2012, si è svolta in provincia, nel Comune di Albino, a partire dal 22 settembre fino a fine ottobre, con una iniziativa dal titolo: “Vivere e progettare le città consolidate: il Centro Storico come catalizzatore di flussi”. Gli obiettivi principali intendono sollecitare una riflessione sul centro storico, risvegliando l’attenzione sia del residente che del visitatore.
L’iniziativa diventa l’occasione per raccogliere indicazioni sui percorsi consolidati e sulle abitudini di uso dei luoghi. Allo stesso tempo è una preziosa occasione per sollecitare ipotesi di nuove visioni e utilizzi alternativi degli spazi pubblici. L’intento è di dare inizio a un processo partecipativo in continuo divenire che porti a rendere costante il feedback del cittadino, favorendo la risoluzione dei problemi aperti. Questo processo verrà avviato tramite un contenitore virtuale (facebook, blog) con lo scopo di raccogliere le diverse segnalazioni attraverso il caricamento diretto di post, immagini e video.
Ordine degli Architetti P. P. e C. della Provincia di Bergamo, in questo modo, ha promosso una diversa idea di governance del territorio creando interazione tra i cittadini, l’amministrazione e le professionalità coinvolte, in un intervento garante di una condivisa sostenibilità sociale.

altrisguardioab2012.wordpress.com
altrisguardioab.wordpress.com

RINNOVO ESONERO DELLA QUOTA D’ISCRIZIONE PER NEOMADRI E NEOPADRI

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo, su proposta del Gruppo Archidonne delibera di esonerare “i neo-genitori” (neo-padri/neo-madri), iscritti, al pagamento della quota di iscrizione annuale per l’anno successivo alla nascita del figlio o all’arrivo del minore in adozione / affido. Il provvedimento avrà inizio con la quota annuale 2013, in riferimento a nascite – adozioni – affidi – dell’anno 2012. Tale deliberazione ha lo scopo di sostenere concretamente i colleghi in considerazione delle maggiori difficoltà di conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro nel particolare momento della nascita di un figlio o dell’accoglienza di un minore di età inferiore ai sei anni.

PARTECIPAZIONE BERGAMO SCIENZA 2012

Inserimento delle iniziative di Altrisguradi all’interno dei contenitori culturali di Bergamo.
Titolo del film: CONDIVIDERE IL TERRITORIO / La partecipazione come strategia trasversale alla progettazione delle nostre città. Un corto presentato in occasione della SETTIMANA PER L’ENERGIA 2012 sull’esperienza dell’Ordine Architetti di Bergamo nella promozione della governance, che vede al centro la creazione di spazi sempre più partecipati e di politiche volte ad una diversa sostenibilità territoriale, per concorrere alla definizione di un nuovo ruolo sociale dell’architetto improntato ad una maggior responsabilità etica nella costruzione del territorio.

Sono illustrate le iniziative: Altri sguardi sulla città, Architetti nelle classi e Riusi industriali, raccontate attraverso lo sguardo dei loro protagonisti attivi.
ALTRI SGUARDI SULLA CITTÀ 2011 / Vivere e progettare le città consolidate, a cura del gruppo Archidonne OAB
altrisguardioab.wordpress.com
ALTRI SGUARDI SULLA CITTÀ 2012 / Albino: Il centro storico come catalizzatore di flussi, a cura del gruppo Archidonne OAB
altrisguardioab2012.wordpress.com
ARCHITETTI NELLE CLASSI: a cura del gruppo Archidonne OAB
www.architettinelleclassi.wordpress.com
CONCORSO RIUSINDUSTRIALI: a cura del gruppo Bandi e Concorsi OAB

CONVEGNO ENCITY / FEBBRAIO 2013

Convegno internazionale organizzato da ENCITY “Proximity on the move. Urban Times and Mobility: infrastructures, lifestyles and everyday practices in the contemporary European City”
URBAN CENTER: evento patrocinato con la partecipazione dell’Ordine, Convegno internazionale organizzato da ENCITY “Proximity on the move. Urban Times and Mobility: infrastructures, lifestyles and everyday practices in the contemporary European City”, Milano 31 gennaio – Bergamo 1 febbraio 2013. Il convegno vuole essere un’occasione per creare una rete europea di confronto tra esperienze innovative di approccio ai temi delle città e della loro rigenerazione. In particolare intende capire, da diversi punti di vista, come i tempi, le forme e le modalità di vita degli spazi urbani possano declinare il tema della “prossimità”. Il convegno è organizzato dal Politecnico di Milano e dall’Università degli Studi Bicocca con la collaborazione del CST dell’Università agli Studi di Bergamo: la prima giornata si svolgerà a Milano, mentre la seconda giornata verrà ospitata dalla città di Bergamo nella struttura dell’Urban Center. L’Ordine degli Architetti di Bergamo partecipa con Il gruppo di lavoro Archidonne nel pomeriggio del 1 febbraio, presso l’Urban Center di Bergamo, nella sessione di lavoro denominata “Proximity manufacts. Building proximity in the city”.

PARTECIPAZIONE AL FESTIVAL DELL’AMBIENTE IDROSCALO DI MILANO / 2013

Intervento con la testimonianza relativa al progetto-pilota “Architetti nelle classi” al Convegno organizzato dal Comune di Bergamo “SODDISFATTI DEI VOSTRI PARCHI? Proposte dei cittadini per i parchi di Bergamo” in data 4.4.2013.

ARCHIDONNE 2011-2012

ALTRI SGUARDI SULLA CITTÀ

Nel corso del 2011 il Gruppo ArchiDonne ha proposto “Altri sguardi sulla città”, con i quali è stato presente nel Calendario delle iniziative comunali di “Bergamo Estate 2011”.
Sensibilizzare il cittadino ad interagire con il ripensamento progettuale della città come fruitore attivo. L’obiettivo dell’iniziativa è stato quello di aprire una riflessione sulla riappropriazione degli spazi in funzione dei tempi della città. In collaborazione con i commercianti e i residenti di un borgo consolidato della città di Bergamo.
La proposta si è articolata in due diverse fasi: la prima fase con una serie di aperitivi a tema, laboratori e iniziative rivolte in particolare alle famiglie, ai commercianti, agli abitanti della zona, che hanno favorito l’uso di spazi della città solitamente “off limits” per le attività quotidiane di gioco e di vita.
La seconda fase: lezioni, conferenze di approfondimento culturale e una serata conviviale aperta a tutti i cittadini. Nonché la progettazione di uno spazio temporaneo come dimostrazione concreta della fattibilità di questi piccoli interventi di grande sensibilità sociale.

altrisguardioab.wordpress.com

QUESTIONARIO CRESME

Il gruppo ArchiDonne ha contribuito a proporre il FOCUS specifico per Bergamo inerente la professione al femminile per comprendere meglio e nei modi più appropriati le proposte e le iniziative da mettere in campo.

LETTERA AI NEOSINDACI ELETTI

Dopo aver rilevato la composizione prevalentemente maschile delle commissioni tecniche comunali della nostra Provincia, il gruppo ha individuato nei Sindaci eletti nelle recenti Amministrative gli interlocutori ideali per promuovere l’eliminazione delle differenze di rappresentanza di genere all’interno degli organi amministrativi e della vita sociale dei Comuni.
Ricordando che uno degli obiettivi dell’unione Europea per il quinquennio 2015-2020 è la “Strategia per la parità tra donne e uomini”, Archidonne ha invitato queste figure istituzionali ad attivare durante il loro mandato azioni mirate a facilitare la presenza femminile nella vita sociale e politica, promuovendo la conciliazione tra famiglia e lavoro.

lettera ai neoSindaci – comunicato stampa 15-06-2011
lettera ai neoSindaci – lettera
lettera ai neoSindaci – articolo Eco di Bergamo
lettera ai neoSindaci – allegato

DONNE LIBERE PROFESSIONISTE QUALI PARI OPPORTUNITÀ

Partecipazione al convegno indetto dall’Ordine degli architetti di Rimini giovedì 7 luglio 2011. Il gruppo di lavoro ARCHIDONNE è stato invitato ad intervenire al convegno Donne libere professioniste quali pari opportunità presentando il videoreportage ARCHIDONNE, Sopravvivere al sistema e le iniziative in corso.

Con il Patrocinio della PROVINCIA DI RIMINI
Donne libere professioniste quali pari opportunità
Giovedi 7 Luglio 2011
Ore 20.45 Sala del Buonarrivo
Corso d’Augusto, 231 Rimini
Organizzazione Gruppo di Lavoro dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Rimini
Coordinamento
Arch. Eleonora De Nicole e Arch. Anna La Guardia
Saluto
Arch. Roberto Ricci
Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Rimini
Moderatore
Arch. Anna La Guardia
Tesoriere dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Rimini
Leonina Grossi
Consigliera Delegata alle Pari Opportunita della Provincia di Rimini
interventi:
CHI SIAMO
di Arch. Monica Maioli Breve storia della nascita del “Gruppo DONNE LIBERE PROFESSIONISTE” SOSTEGNO ALLA MATERNITA DEGLI ARCHITETTI di Arch. Eleonora De Nicole,
ARCHIDONNE
Proiezione del filmato “Archidonne sopravvivere al sistema” prodotto dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo
Intervento di Francesca Perani (Consigliere Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo)
GENERI A CONFRONTO
di Arch. Monica Boriani Una lettura di genere dei dati statistici relativi agli iscritti all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Rimini
OPPORTUNITÀ
di Loredana Urbini (Consigliera di Parita della Provincia di Rimini) La Legge 53 e le nuove opportunita di sostegno economico per la conciliazione di vita e lavoro

TAVOLO CONCILIAZIONE FAMIGLIA E LAVORO

Il gruppo di lavoro è stato invitato ad intervenire all’interno della Rete Territoriale per la conciliazione dei tempi di Vita e di Lavoro aderendo al progetto: “dote conciliazione” su iniziativa della Regione Lombardia promosso e coordinato dall’ASL di Bergamo, con la partecipazione del Comune, Camera di Commercio ed altre associazioni bergamasche.

ESONERO DELLA QUOTA D’ISCRIZIONE PER NEOMADRI E NEOPADRI

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo, su proposta del Gruppo Archidonne delibera di esonerare “i neo-genitori” (neo-padri/neo-madri), iscritti, al pagamento della quota di iscrizione annuale per l’anno successivo alla nascita del figlio o all’arrivo del minore in adozione / affido. Il provvedimento avrà inizio con la quota annuale 2012, in riferimento a nascite – adozioni – affidi – dell’anno 2011.
Tale deliberazione ha lo scopo di sostenere concretamente i colleghi in considerazione delle maggiori difficoltà di conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro nel particolare momento della nascita di un figlio o dell’accoglienza di un minore di età inferiore ai sei anni.
L’iniziativa che ha avuto ampio risalto mediatico, è la prima di questo genere tra gli ordini che si rivolge ad entrambi i genitori. Un’azione concreta a sostegno dei propri iscritti e delle loro famiglie di carattere economico ma dalla ben più ampia connotazione simbolica, quale valore aggiunto di attenzione al nucleo familiare dell’iscritto.
La proposta di delibera ha preso spunto dall’interazione tra Archidonne e il Gruppo “Donne Libere Professioniste” dell’Ordine degli Architetti di Rimini, che ha istituito una delibera simile riservata alle sole neo-madri.
Con questa iniziativa si infrange uno stereotipo ormai superato dall’attuale condivisione dei ruoli tra uomo e donna all’interno della famiglia, ma ancora radicato nella mentalità diffusa, disconoscendo le
cure parentali come esclusivo appannaggio femminile.

ARCHIDONNE 2010-2011

Nel corso del 2010 il gruppo ha valorizzato, sul nostro territorio e in rete, il lavoro delle donne architetto attraverso la realizzazione di:

VIDEOREPORTAGE ARCHIDONNE “Sopravvivere al sistema” che evidenza la situazione del lavoro al femminile nella professione dell’architetto, con l’anomala condizione che vede in Italia, a fronte di un numero assai consistente di iscritte, l’affermazione di poche libere professioniste. Il video ha visto coinvolta una rappresentanza femminile del mondo professionale bergamasco, sottolineando esplicitamente l’intento e la volontà da parte dell’Ordine, di affrontare problematiche concrete e reali che coinvolgano non solo temi strettamente legati al mondo della professione ma più in generale alle necessarie e auspicabili trasformazioni della società italiana.
Ne è scaturita una campagna informativa volta a sensibilizzare una maggior attenzione alla prevenzione e al superamento delle discriminazioni; uno spunto per approfondire il tema delle pari opportunità anche nell’ambito delle libere professioni, fino ad ora piuttosto silente.
L’iniziativa ha avuto l’alto Patronato della REGIONE LOMBARDIA e il contributo tecnico di Assessorato Pari Opportunità della Regione Lombardia.
AIDIA Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti – Politecnico di Milano.
Guarda il Videoreportage

COORDINAMENTO INIZIATIVA NOTTE OAB 2011 dedicata al tema della professione al femminile, con uno sguardo rivolto in particolare all’esperienza progettuale di tre donne protagoniste dell’architettura e del design contemporaneo internazionale. Cecilia Puga (architetto cileno) Teresa Sapey (architetto italiano con sede in Spagna), Donata Paruccini (designer milanese).
notteoab.wordpress.com

ARCHIDONNE BERGAMO/ UNA FACCIA + UN PROGETTO, raccolta fotografica di progetti realizzati dalle iscritte. Realizzazione di poster divulgativo e gallery online.


COMPOSIZIONE GdL 2014-2017

REFERENTE
Sandra Susana Marchesi (Consigliere)

COMPONENTI
Patrizia Berera, Cinzia Bigoni, Manuela Biffi, Elena Brazis, Mariacristina Brembilla, Alberta Colombo, Marcella Datei, Margherita Epinati, Arianna Foresti, Paola Ghidoni, Silvia Guarnieri, Francesca Guffanti, Ivana Lacagnina, Seeta Maggi, Laura Milanese, Alessandra Morri, Valentina Nani, Barbara Palazzi, Francesca Perani, Maria Claudia Peretti, Laura Sonzogni, Barbara Ventura, Silvia Vitali, Marina Zambianchi.

ARCHIDONNE 2014-2017

PARTECIPAZIONE AL CONVEGNO SMART CITIES GENERE E INCLUSIONE
Partecipazione del gruppo Archidonne al Convegno Smart City genere e inclusione nell’ambito della Smart City Exhibition – Bologna Fiere, Ottobre 2013 e contributo all’eBook Smart Cities Genere e Inclusione, pubblicato a ottobre 2014.
Visita il sito Women for Intelligent and Smart Territories.

LETTERA AI NEO SINDACI: PARITÀ DI GENERE NELLE COMMISSIONI TECNICHE
Anche nel 2014 il gruppo Archidonne ha inviato ai neo sindaci l’invito a costituire commissioni tecniche paritetiche per promuovere l’eliminazione delle differenze di rappresentanza di genere all’interno degli organi amministrativi e della vita sociale dei Comuni.
Il gruppo Archidonne ha invitato queste figure istituzionali ad attivare durante il loro mandato azioni mirate a facilitare la presenza femminile nella vita sociale e politica, promuovendo la conciliazione tra famiglia e lavoro.
Allegati:
lettera Neo Sindaci 2014 (link agli allegati)
manifesto conciliazione (link agli allegati)
legge provinciale n.5 del 8 marzo 2010 della Provincia autonoma di Bolzano sulla parificazione e sulla promozione delle donne e modifiche a disposizioni vigenti“, Bollettino Ufficiale della Regione n. 11 del 16 marzo 2010.) (lettera ai neoSindaci – allegato)

ESONERO DELLA QUOTA D’ISCRIZIONE PER NEOMADRI E NEOPADRI
Anche negli anni 2014-2017, come negli anni precedenti a partire dal 2012, il gruppo propone l’esonero “neo-genitori” (neo-padri/neo-madri), al pagamento della quota di iscrizione annuale per l’anno successivo alla nascita del figlio o all’arrivo del minore in adozione/affido. Tale delibera ha lo scopo di sostenere concretamente i colleghi e le colleghe in considerazione delle maggiori difficoltà di conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro nel particolare momento della nascita di un figlio o dell’accoglienza di un minore in affido/adozione di età inferiore ai sei anni. L’iniziativa intende promuovere la condivisione dei ruoli nelle cure parentali come dinamica che incentiva la conciliazione tempi di vita e di lavoro e il work-life balance.

PARTECIPAZIONE AL CONSIGLIO DELLE DONNE (2012-2016)
Partecipazione con una rappresentante (prima Loredana Poli, poi Silvia Vitali) al Consiglio delle Donne del Comune di Bergamo, collaborando e contribuendo a diverse iniziative, in particolar modo nella Commissione 6 – Politiche per l’Ambiente e nella Commissione 7 – Politiche per il territorio.

ARCHITETTI NELLE CLASSI
Nel 2014 il progetto Architetti nelle classi si coniuga con le attività di LABA, Libera Accademia Belle Arti di Brescia.
Nel 2016 il progetto riparte in collaborazione con l’iniziativa del Comune di Bergamo “A scuola di cittadinanza” con il contributo di 11 architetti e architette iscritti all’Ordine e la partecipazione di circa 600 bambini e bambine, di 27 classi di 14 scuole della città. Il progetto si è concluso, per quest’anno scolastico, con il Consiglio Comunale dei bambini e delle bambine e l’inaugurazione di una mostra di pannelli espositivi l’11 Aprile 2017. Gruppo di coordinamento: Patrizia Berera, Mariacristina Brembilla, Alberta Colombo e Sandra Marchesi.
Visita il sito: https://architettinelleclassi.wordpress.com

Partecipazione al Convegno organizzato da Anci Lombardia in collaborazione con il CNR “I comuni per i diritti dei bambini” con la proiezione del video “Condividere il territorio” in data 17.2.2016.

CARTA ETICA PER LE PARI OPPORTUNITA’ E L’UGUAGLIANZA NELLA PROFESSIONE DI ARCHITETTO
Presentazione al Consiglio della proposta di adesione alla Carta Etica per le Pari Opportunità e l’uguaglianza nella professione di architetto, predisposta dall’Associazione Donne Architetto di Firenze.