Il primo incontro dell’anno del ciclo Architetture al Telefono, previsto il 26 gennaio dalle 17 alle 19 in presenza presso la Sala della Musica Tremaglia del Teatro, racconta le vicende legate all’intervento di sistemazione e ampliamento dle Teatro Gateano Donizetti affidato nel 1957 a Pino Pizzigoni, affiancato dall’ingegnere e architetto Luciano Galmozzi e dall’ingegnere Eugenio Mandelli.

Riprende il 26 gennaio il ciclo di incontri Architetture al Telefono. Protagonista è il Teatro Gaetano Donizetti di Bergamo, che ospita nella Sala della Musica Tremaglia il primo appuntamento dell’anno, previsto dalle 17 alle 19. Riferimento cardinale della città in una “continua sovrapposizione” scenica, a partire dal secondo dopoguerra e fino a un passato molto prossimo è oggetto di una fitta serie di progetti e cantieri.

Il volume “Il Teatro Donizetti: Metamorfosi della scena urbana a Bergamo”, coordinando voci e prospettive differenti, restituisce la complessità di questo palinsesto urbano. Il dialogo tra alcuni degli autori offrirà una opportunità di conoscenza e approfondimento di un’esperienza progettuale significativa nella cornice del progetto “LABB-Love Architettura Bergamo Brescia”.

Il racconto del teatro più importante della nostra città è affidato a un gruppo di studiosi del Politecnico di Milano e dell’Università degli Studi di Bergamo, moderati da Federico Deambrosis (Politecnico di Milano) parteciperanno Andrea Gritti, Francesca Zanotto, Fulvio Adobati, Renato Ferlinghetti e Attilio Pizzigoni, e da Nicola Berlucchi (Studio Berlucchi).

 

Iscrizioni e cfp

Gli architetti partecipanti vedranno riconosciuti 2 cfp. Iscrizione gratuita tramite piattaforme Eventbrite.